disintossicarsi dai social

Come disintossicarsi dai social: 7 passaggi per ritrovare motivazione ed equilibrio

Tabella dei Contenuti

Viviamo in un’epoca dominata dalla costante connessione digitale. Un’epoca in cui siamo sempre con la testa china su quello smartphone a scrollare contenuti, mettere like e guardare praticamente qualsiasi cosa.

L’utilizzo dei social non è un problema, fino a quando si tratta di un comportamento controllato e consapevole.

Ma quanti di noi possono dire che sia effettivamente così?

Siamo ormai in un’epoca in cui è diventato normale utilizzare i social in modo “spropositato”, senza alcun limite di tempo o contenuti.

E questo, alla lunga, può diventare un problema.

Passare troppo tempo davanti lo schermo di un cellulare, infatti, può compromettere il nostro stile di vita, rendendoci più sedentari e meno attivi.

In Arya Training promuoviamo, sempre, uno stile di vita attivo, energico, all’insegna dello sport e del movimento.

Il nostro corpo ha bisogno di muoversi per funzionare bene.

In più, la continua esposizione a flussi ininterrotti di contenuti può sovraccaricare anche la nostra mente, distogliendoci dal vivere pienamente il momento presente.

Staccare dai social network diventa quindi un’esigenza sempre più sentita per molte persone.

Ma come si fa a disintossicarsi dai social ritrovando così il proprio equilibrio?

Riconoscere l’impatto dei social network sulla vita quotidiana

Il primo passo da compiere per diminuire l’utilizzo dei social network è riconoscerne l’impatto effettivo che hanno sulla nostra vita.

Spesso le persone non si accorgono di utilizzare troppo i social, fino a quando determinati segnali non diventano eccessivamente visibili.

La sovraesposizione ai social media può manifestarsi in vari modi.

Ansia, insonnia, confronto costante con gli altri, diminuzione della soddisfazione personale, difficoltà di concentrazione, sensazione di isolamento nonostante la connessione online e una generale sensazione di essere sopraffatti.

Se ti è mai capitato di sentirti così, può essere che l’utilizzo che fai dei social in questo momento sia eccessivo.

È fondamentale imparare a riconoscere questi segnali per poter agire tempestivamente.

Staccare per un certo periodo, o comunque riuscire a diminuirne l’utilizzo, porta con sé tantissimi benefici.

Benefici del ridurre l’uso dei social

Perché ridurre l’uso dei social network?

I social rappresentano senza dubbio un modo per creare connessioni, parlare con amici e parenti che vivono lontano da noi, conoscere nuove persone.

Tuttavia, come abbiamo visto nel paragrafo precedente, un utilizzo eccessivo può causare diverse problematiche.

E, allo stesso modo, limitarne l’utilizzo può portare numerosi benefici.

Tra questi c’è ad esempio un miglioramento nella qualità del sonno, riduzione dei livelli di ansia e stress, incremento della produttività e della concentrazione.

Ma anche un rafforzamento delle relazioni offline, una migliore autostima (in quanto evitiamo il confronto costante con le altre persone) e, in generale, più tempo per fermarci e dedicarci ad attività che promuovono il benessere fisico e mentale. 

Questi cambiamenti contribuiscono a un miglior equilibrio tra vita digitale e reale, incrementando la soddisfazione personale e la percezione di una vita più autentica e appagante.

A questo proposito è importante sottolineare che ridurre l’uso dei social network non significa necessariamente eliminarli dalla nostra vita, ma imparare a utilizzarli in modo più consapevole. 

7 passaggi per disintossicarsi dai social network

Dopo aver compreso quali sono gli effetti di un uso eccessivo dei social e i benefici che porta una riduzione di questo utilizzo, è arrivato il momento di vedere, insieme, dei metodi pratici per limitarli.

Ecco 7 passaggi per disintossicarsi dai social e ritrovare motivazione ed equilibrio.

1) Valutare il proprio uso dei social

Sei consapevole di quanto tempo passi sui social?

La maggior parte delle persone non se ne rende conto ma passa davvero tanto tempo a scrollare, postare, guardare stories e mettere like.

Il primo passo per disintossicarci dai social network è valutare quanto li utilizziamo.

Si tratta di un’informazione molto semplice da ottenere.

Tutti i moderni smartphone hanno una funzione chiamata “Tempo di utilizzo” che permette, per l’appunto, di ottenere informazioni sul proprio utilizzo generale del cellulare e, più nel dettaglio, delle app aperte.

Il primo consiglio che ti do è di monitorare, da subito, quali social media utilizzi durante la giornata e per quanto tempo.

Questo ti permetterà di capire se il tuo è un utilizzo corretto o se ultimamente accedi un po’ troppo spesso.

2) Stabilire obiettivi realistici di disconnessione

Il motivo per cui tante persone non riescono a staccare dai social è perché ricorrono a misure drastiche.

“Non utilizzerò mai più i social!”.

In realtà i social, come detto, sono un buon passatempo, se utilizzati in modo limitato.

Proprio per questo non è necessario essere drastici ma darsi degli obiettivi realistici da raggiungere in un determinato periodo.

Potrebbe ad esempio essere ridurre di un’ora ogni giorno l’utilizzo, oppure di non utilizzarlo in determinati momenti della giornata, o ancora di raggiungere un certo limite oltre il quale non lo utilizzerai più.

La cosa fondamentale è che sia un obiettivo realistico e misurabile.

È un po’ come nell’allenamento: non puoi pretendere di passare da zero ad allenarti tutti i giorni 4 ore.

I migliori risultati si raggiungono in modo graduale.

3) Rimuovi le notifiche per limitare l’uso

Il motivo per cui, nella maggior parte dei casi, utilizziamo i social sono le notifiche.

Quando una nostra amica pubblica una nuova foto, quando ci arriva un messaggio o quando qualcuno inizia a seguirci, automaticamente il nostro smartphone ce lo segnala.

Così quello che facciamo è aprire l’app, guardare la notifica e…perderci nei meandri del social per almeno un’altra mezz’ora.

È successo a tutti.

Una strategia efficace per disintossicarci dai social può essere quindi quella di eliminare le notifiche per queste app.

In questo modo, almeno in teoria, andremo a ridurre la tentazione di andare a controllare ogni volta che qualcuno fa qualcosa sui social o interagisce con noi.

4) Stabilire orari specifici per l’uso dei social

Una cosa che noto spesso quando mi capita di allenarmi in palestra è vedere tutti, ragazzi e ragazze, con la testa china sullo smartphone.

Ormai la maggior parte delle persone si allena con lo smartphone in mano.

Ragazze e ragazzi che, mentre si allenano:

  • Controllano le notifiche.
  • Scorrono il feed di Instagram.
  • Guardando le notizie online.

E questo se ci pensi è un controsenso!

Quando ci alleniamo stiamo dedicando del tempo a noi stesse, al nostro corpo e alla nostra mente.

Se lo passiamo con il telefono in mano è un po’ come se lo suddividessimo tra mille altre cose.

Come se disperdessimo quel tempo che invece abbiamo scelto di dedicare a noi.

E anche la qualità dell’allenamento ne risente.

Siamo più distratti, non ci concentriamo a sufficienza sul movimento da compiere, perdiamo anche occasione per socializzare.

Mettere completamente offline il telefono per godersi ciò che stiamo facendo può essere un’ottima strategia per limitarne l’uso.

Scegli dei momenti in cui non utilizzerai lo smartphone e dedicati ai social nel tempo che ti rimane.

In questo modo non saranno loro a controllare te, ma il contrario.

5) Trovare alternative sane

Di sicuro trovare delle alternative sane che ci permettano di staccare dai social per dedicarci ad altro è fondamentale.

Lo sport in questo senso può essere un grande alleato.

Ritagliarsi del tempo per allenarsi, passare tempo all’aria aperta, dedicarti a te stessa può essere un toccasana per corpo e mente.

E, allo stesso tempo, può aiutarti a limitare di tanto l’utilizzo dei social network.

Con Arya ad esempio, hai la possibilità di allenarti direttamente da casa, o da dove preferisci, seguendo il programma più adatto al tuo livello.

La cosa fondamentale è trovare del tempo per te, da dedicare a delle alternative che siano sane e costruttive per corpo e mente.

Può essere lo sport, il fitness o qualsiasi cosa che ti permetta di concentrarti su altro.

6) Non condividere ogni cosa che fai

L’impulso a condividere ogni aspetto della nostra vita è una tendenza che abbiamo un po’ tutti.

Questo purtroppo ci inserisce in un loop fatto di:

  • Condividi.
  • Vai a controllare like e commenti.
  • E così via.

La cosa più logica e consapevole che puoi fare è scegliere cosa condividere e cosa no.

Ritagliati delle attività nella tua vita che non condividerai sui social.

Ti ho fatto l’esempio della palestra qualche paragrafo più su.

Non sempre allenarsi vuol dire doverlo condividere con tutti, così come può essere per altri hobby o passioni che hai.

Condividendo di meno ti accorgerai di quanto hai meno “esigenza” di doverti connettere.

Ricorda che un’esperienza è altrettanto godibile (anzi, a volte lo è molto di più) anche se non condivisa con tutti i tuoi follower.

7) Gestire la FOMO (Fear of Missing Out)

Mai sentito parlare di FOMO?

La FOMO, acronimo di “Fear of Missing Out” è letteralmente la paura di restarne fuori.

Si tratta di un meccanismo per cui proviamo l’esigenza di doverci connettere per paura di perderci qualcosa.

Come se lì, sui social, ci fosse un palcoscenico a cui assistere è obbligatorio.

La realtà è che quasi mai è così e, anzi, molto spesso riconoscere che la qualità delle esperienze personali è più importante del timore di perdere eventi virtuali può aiutare a superare questo ostacolo. 

Impara a gestire la FOMO e ricorda che non sempre sta accadendo qualcosa di così importante sui social.

E che, se anche fosse, non è detto che tu debba sempre esserci.

Conclusione: come ci si “stacca” dai social

Ritrovare il proprio equilibrio in un mondo dominato dai social media non è un’impresa facile, ma è senza dubbio gratificante. 

Cerca di tenere traccia dei progressi, in quanto può motivarti a mantenere questa buona abitudine nel tempo. .

Prendersi dei momenti per disintossicarsi dai social non solo migliora la nostra salute mentale e fisica ma ci permette anche di apprezzare pienamente la vita e le relazioni che formiamo al di fuori dello schermo.

Ricorda, ogni esperienza che vivi è tua per sempre: assicurati di viverla al 100%”.

Vuoi ricevere un programma di allenamento settimanale? È gratis!

Hai letto un articolo di

Ti potrebbe interessare anche